Guerra Civile

5 Problemi di Salute dovuti alla Sanguinosissima Guerra Civile

 

Le guerre civili vengono asetticamente definite come: “conflitto armato di vaste proporzioni, nel quale le parti belligeranti sono principalmente costituite da persone appartenenti alla stessa popolazione e quindi di uno stesso stato o paese, tipicamente divise in fazioni avverse.”

Le guerre civili si scatenano e vengono impiegate quando due o più parti dello stato cercano di ottenere il possesso della completezza del territorio nazionale, o solo di una sua parte, imponendo con la violenza il proprio potere sulla parte avversaria.

L'obiettivo principale di questa orrenda pratica bellicosa è quello di distruggere ideologicamente e fisicamente la parte avversaria, imponendo il proprio pensiero. La sfaccettatura particolamente terribile di queste guerre è che finiscono solo quando una delle due parti sarà completamente distrutta (concludendo con la morte della quasi totalità dell'esercito).

Le guerre civili hanno diversi nomi: rivoluzioni, se lo scopo è quello di cambiare profondamente l'organizzazione dello stato; insurrezioni nel caso in cui siano impiegati veri e propri eserciti organizzati e ancora guerre di indipendenza, colpi di stato e via discorrendo, in relazione alle sfumature politico-ideologiche che esse assumono. Vengono classificate come guerre civili anche eventi di violenza ed ostilità protesi nel tempo tra due regioni si uno stesso stato.

zhora

I fattori scatenanti di questo genere di guerra sono spesso di tipo ideologico, che esso sia su un piano religioso o politico, più raramente si tratta di motivi economici o territoriali. La parte peggiore di una guerra civile è che viene combattuta tra due parti che non hanno nulla di differente se non un'ideologia, alcune di queste guerre vengono chiamate anche con l'orrendo appellativo di guerre tra fratelli. Come molte guerre, oltre alla devastazione, le guerre civili lasciano dei problemi di salute nelle persone, qui di seguito verranno mostrati i 5 più significativi.

Questi disturbi sono tra i più diffusi nelle guerre, comprese tra queste si trovano ai primi posti le guerre civili. La terminologia in realtà indica una vasta gamma di disturbi patologici la quale insorgenza è da associarsi alla partecipazione attiva in una guerra. La particolarità di queste patologie è che possono manifestarsi immediatamente o tardivamente dopo un periodo di sanità e che possono avere un peggioramento transitorio oppure duraturo nel tempo.

Le psicopatologie sono suddivise in diverse categorie quali forme: ansiose, confusionali e deliranti, isteriche, e depressive. Questo articolo svela fantastici consigli su: Problemi di salute e pene piccolo in Italia.

Problemi di salute e pene piccolo in Italia

1 - Forme Ansiose. Le forme ansiose hanno una manifestazione particolare, in quanto si presume abbiano un momento di picco all'inizio del conflitto, quando non si ha conoscenza di quello che è il nemico e il pericolo correlato ad esso. Generalmente questa forma di psicopatologia tende a diminuire man mano che si ha consapevolezza della situazione.

Di fatto l'ansia è da correlarsi al livello di conoscenza che si ha del pericolo che si deve affrontare. Questa patologia può manifestarsi con fenomeni di aerazione, anomalie nel controllo di movimenti basilari, movimenti incontrollati, crisi violente ed agitazione (a livelli tali da sembrare una crisi epilettica).

In altri casi le crisi si presentano anticipate da urla e comportano il rifiuto a parlare, irrigidimento, tremori e comportamenti istintivi ma immotivati ed irrazionali come, la ricerca di un riparo e la corsa verso un ipotetico posto sicuro che spesso spinge gli individui in zone di fuoco o comunque pericolose. Durante le crisi non sono rari raptus suicidi ed omicidi (orientati soprattutto verso i prigionieri) e si concludono spesso con amnesie e perdita di coscienza.

2 - Forme Confusionali o Deliranti. Queste forme non sono semplici da individuare perché sono composte di 3 tipi di psicosi: Il primo tipo, il più lieve si limita a disturbi dell'attenzione più o meno severi in concomitanza con disordini motori e problemi con l'apparato vascolare. Il secondo tipo invece comporta severe alterazioni e disturbi che intaccano la sfera emozionale. Il terzo tipo di psicosi invece, il più severo è rappresentato da uno stato di disturbo tale che la coscienza tenta di rimuovere i ricordi ad esso correlati.

Questo genere di confusione si è fatta presente soprattutto nei conflitti di grande profilo, spesso però anche in conflitti civili che hanno implicato l'utilizzo di bombe. Sebbene i tipi di psicosi siano 3, nella grande maggioranza dei casi veniva riscontrata la terza forma con una variante delirante contornata con aspetti schizofrenici. Gli episodi spesso regrediscono in un periodo di tempo breve, lasciando alle spalle situazioni di amnesia.

3 - Forme depressive. Queste forme patologiche si manifestano solitamente solo dopo del tempo rispetto al periodo di combattimento attivo. Le cause di queste forme patologiche sono legate a diversi fattori, quali stress, stanchezza, insonnia, dolore emotivo e senso di colpa. Sono spesso accompagnate da un alto rischio di suicidio e da uno stato di forte malinconia. Queste forme depressive si sviluppano spesso anche in ufficiali che si incolpano della perdita di un soldato.

4 – Malattia cronica multisintomo. Questa patologia, come suggerisce il nome, può portare con sé un altissimo numero di sintomi, tra i più significativi troviamo: dolori neuropatici, articolari e muscolari, disturbi respiratori, vertigini, problemi cognitivi e di memoria e manifestazioni sensoriali. La patologia è stata semplificata, per così dire, e racchiusa sotto uno stesso nome, in realtà però si tratta di una molteplicità di sintomi, legati a diverse cause possibili.

Tra i fattori scatenanti della malattia cronica multisintomo troviamo dei prodotti della combustione di munizioni contenenti uranio impoverito, utilizzo di armi chimiche, gas nirvino e iprite, malattie infettive dovute ai parassiti e in parte (situazione geolocalizzata) effetti collaterali del vaccino contro l'antrace.

5 – Patologie legate all'inquinamento. È noto che le guerre, di qualunque tipo, scatenate da qualunque motivazione portano con sé distruzione ed inquinamento. Ovviamente questi danni ambientali non possono passare in sordina, soprattutto perché, durante i periodi direttamente successivi al conflitto sono causa di numerose patologie legate ai fatti.

Le patologie più comuni sono legate all'apparato respiratorio (basti pensare all'inquinamento dell'aria dovuto ai bombardamenti e alle sostanze immesse, o alle polveri sottili e  alle sostanze amiantifere presenti nelle costruzioni abbattute) o all'apparato digerente, facilmente irritabile dall'inquinamento circostante. Sebbene le patologie di questo “ceppo” non sono gravi quanto quelle che si possono contrarre direttamente durante il conflitto, sono durature nel tempo e difficili da combattere. Scopri tutto quello che non vogliono farti sapere su: Salute e sanità - Istat.